Economia reale e politica monetaria

Alcuni dati recenti suggeriscono l’opportunità di una riflessione sul ruolo della politica monetaria europea e americana. E’ di pochi giorni orsono la notizia che il tasso di sviluppo del reddito nazionale in USA nel quarto trimestre del 2014 ha raggiunto un rispettabile 5%. I soloni italici (e non solo), specie se digiuni di economia, hanno cominciato a discettare su chi avesse il merito di tale risultato.

Alcuni hanno attribuito la paternità alla lungimiranza delle politiche del presidente Barack Hussein Obama, che avrebbe sposato la causa della crescita anziché restare fermo a sterili politiche di austerity. Altri hanno optato per la banca centrale americana; secondo loro il massiccio quantitative easing adottato dalla Fed avrebbe prodotto il miracolo.

Hanno torto entrambi. Né Barack Hussein Obama né la Fed hanno titolo per intestarsi lo sviluppo dell’economia americana. Solo persone ammalate di statolatria possono credere che le decisioni di oltre trecento milioni di [...]

Cuba e la fine dell’embargo

La fine dell’embargo americano a Cuba si presta a due ordini di considerazioni, di carattere generale, relative all’efficacia delle sanzioni, e di carattere specifico, attinenti al caso cubano di oggi. Cominciamo dalle prime.

Le sanzioni internazionali ai danni di un paese sono inefficaci e quasi sempre controproducenti, rafforzano anziché indebolire[...]

Il futuro dell’economia siciliana

PUBBLICATO IL IN Stampa - COMMENTI (74)

Orgogliosamente siciliano, mi occuperò dell’economia della mia regione d’origine, ma quanto dirò a proposito della Sicilia vale, anche se con qualche adattamento, per tutte le regioni meridionali. L’Italia sta attraversando un periodo di crisi che non ha precedenti dalla fine dell’ultima guerra mondiale. La crisi, com’era prevedibile, ha [...]

Appello “Rivolta l’Italia”

Cari amici,

ho‎ sottoscritto, insieme a Giuseppe Moles e altri amici,‎ l’appello che potrete leggere di seguito e che trovate sul sito www.rivoltalitalia.it.

Chi si riconosce in questa “chiamata alle armi”, non esiti ad aderire e a diffonderlo.Inoltre chi volesse fornire contributi, suggerimenti, proposte, può prendere contatto con [...]

Un discorso forse ancora attuale

Nell’autunno del 1988 una mattina lessi su il Giornale che Alfredo Biondi aveva proposto Gaetano (sic) Martino come segretario nazionale del PLI. Mio padre era morto nel 1967 e Alfredo non aveva proposto di farlo resuscitare, aveva invece suggerito che fossi io l’alternativa a Renato Altissimo come segretario del PLI. Presi, quindi, [...]