Appello “Rivolta l’Italia”

Cari amici,

ho‎ sottoscritto, insieme a Giuseppe Moles e altri amici,‎ l’appello che potrete leggere di seguito e che trovate sul sito www.rivoltalitalia.it.

Chi si riconosce in questa “chiamata alle armi”, non esiti ad aderire e a diffonderlo.Inoltre chi volesse fornire contributi, suggerimenti, proposte, può prendere contatto con Giuseppe al seguente indirizzo:  info@rivoltalitalia.it

Antonio Martino

Di seguito il testo dell'Appello.

RIVOLTA L’ITALIA

Noi crediamo in una cosa sopra tutte le altre: la Libertà.

Noi siamo:
Conservatori, quando si tratta di difendere libertà già acquisite
Radicali, quando si tratta di conquistare spazi di libertà ancora negati
Reazionari, per recuperare libertà che sono andate smarrite
Rivoluzionari, quando la conquista della libertà non lascia spazio ad altrettante alternative

Un discorso forse ancora attuale

Nell’autunno del 1988 una mattina lessi su il Giornale che Alfredo Biondi aveva proposto Gaetano (sic) Martino come segretario nazionale del PLI. Mio padre era morto nel 1967 e Alfredo non aveva proposto di farlo resuscitare, aveva invece suggerito che fossi io l’alternativa a Renato Altissimo come segretario del PLI. Presi, quindi, [...]

Dialogo o resa?

PUBBLICATO IL IN Stampa - COMMENTI (382)
Caro direttore,
Leggo sempre con piacere gli articoli di Angelo Panebianco, trovandomi quasi sempre d’accordo con le sue tesi. Credo che il suo più recente editoriale superi i già elevati standard del suo illustre editorialista. In esso, Angelo ci ricorda una delle lezioni [...]

Sostituti d’imposta

Le discussioni in corso suggeriscono l’opportunità di ricordare un’ovvietà troppo spesso dimenticata. Sono contribuenti le persone fisiche e soltanto esse: sarebbe splendido se fossero le persone giuridiche a pagare le imposte, pagherebbero solo loro e noi saremmo esenti dai [...]

La Conferenza di Messina e la UE

Il 1° e 2 giugno del 1955, su iniziativa del ministro degli esteri italiano, si riunirono a Messina i ministri degli esteri della Comunità europea del carbone e dell’acciaio.. La ragione di quell’incontro era semplice: la mancata ratifica del Trattato istitutivo della CED da parte del Parlamento francese l’anno prima aveva impensierito [...]