Riflessioni su immigrazione e terrore islamista

Vorrei fare il punto della situazione alla luce degli ultimi, tragici, eventi. Anzitutto l’immigrazione. Gli scafisti non sono “mercanti di schiavi”, sono trasportatori che forniscono, dietro lauto pagamento, il servizio che viene loro richiesto. Gli immigranti non sono schiavi, sono passeggeri volontari e paganti. Nessuno li ha dovuti costringere a imbarcarsi, l’hanno fatto volontariamente. L’industria dell’”accoglienza” creata dalla pelosa carità pubblica è fonte di lauti profitti per un considerevole numero di furbastri. Sono questi gli unici disonesti dell’intera storia. Sono loro che dovrebbero essere puniti, e severamente; certamente non gli scafisti, né tanto meno i migranti.

Date le tendenze demografiche prevalenti in Europa, l’opposizione all’ingresso di persone che desiderano vivere e lavorare nei nostri paesi è poco giustificata. Secondo i demografi, sono trenta le nazioni europee moribonde, che hanno cioè un tasso di fertilità pari o inferiore [...]

Draghi e il QE

Milton Friedman, parafrasando Clemenceau, sosteneva che la moneta è troppo importante perché sia affidata ai banchieri centrali. Non condivido il generale entusiasmo per il quantitative easing (QE) di Draghi e spiegherò perché. A mio avviso quanto la Bce si accinge a fare conferma la saggezza di Friedman.

La differenza fra un meteorologo e un [...]

Economia reale e politica monetaria

Alcuni dati recenti suggeriscono l’opportunità di una riflessione sul ruolo della politica monetaria europea e americana. E’ di pochi giorni orsono la notizia che il tasso di sviluppo del reddito nazionale in USA nel quarto trimestre del 2014 ha raggiunto un rispettabile 5%. I soloni italici (e non solo), specie se digiuni di economia, hanno cominciato [...]

Cuba e la fine dell’embargo

La fine dell’embargo americano a Cuba si presta a due ordini di considerazioni, di carattere generale, relative all’efficacia delle sanzioni, e di carattere specifico, attinenti al caso cubano di oggi. Cominciamo dalle prime.

Le sanzioni internazionali ai danni di un paese sono inefficaci e quasi sempre controproducenti, rafforzano anziché indebolire[...]

Il futuro dell’economia siciliana

PUBBLICATO IL IN Stampa - COMMENTI (74)

Orgogliosamente siciliano, mi occuperò dell’economia della mia regione d’origine, ma quanto dirò a proposito della Sicilia vale, anche se con qualche adattamento, per tutte le regioni meridionali. L’Italia sta attraversando un periodo di crisi che non ha precedenti dalla fine dell’ultima guerra mondiale. La crisi, com’era prevedibile, ha [...]