Archivio della categoria: Economia Italiana

Il “caso Savona”

Quanto accaduto in questi giorni supera l’immaginazione più fervida. Una crisi che si protraeva da tre mesi stava per concludersi con la formazione di un governo, che poteva contare su una maggioranza parlamentare. L’esito, però, è stato impedito non da litigi fra le forze politiche né da eventi esterni, ma dal capo dello Stato, che ha rifiutato di nominare un ministro.

Ora, è certamente vero che il presidente della Repubblica nomina i ministri proposti dal presidente del Consiglio ma ritengo che egli possa rifiutarsi di farlo solo in presenza di evidenti indizi di incostituzionalità. Ma non è stata la Costituzione a determinare il rifiuto della nomina; come il presidente ha dichiarato, è stata una teoria economica. L’idea è che nominare Savona al MEF avrebbe determinato un aumento dello spread, “sottraendo risorse alla spesa sociale”, e la crisi dell’euro. Non credo che, nemmeno in stato di ebbrezza, Paolo Savona abbia mai avuto questa considerazione stellare della [...]

Sostituti d’imposta

Le discussioni in corso suggeriscono l’opportunità di ricordare un’ovvietà troppo spesso dimenticata. Sono contribuenti le persone fisiche e soltanto esse: sarebbe splendido se fossero le persone giuridiche a pagare le imposte, pagherebbero solo loro e noi saremmo esenti dai [...]

Uno Sguardo al Passato

Ritengo che possa essere utile guardare indietro, all’andamento della spesa pubblica nel tempo, per comprendere il presente e cercare di capire cosa ci riserva il futuro. Affinchè il confronto storico sia omogeneo, mi riferisco all’andamento storico dei pagamenti complessivi del bilancio dello stato, espressi in euro del 2009. Nel 1862 le [...]

Iniqua e Controproducente

Il dibattito sull’IMU e sulla sua abolizione, con connessa sostituzione con altre imposte designate con sigle fantasiose, testimonia tragicamente l’analfabetismo economico della classe politica in particolare e dell’opinione pubblica in generale. Vediamo di chiarire.
Un’imposta immobiliare non si limita a produrre gettito, come [...]

Riflessione sui Conti Pubblici

Ho ripreso in mano l’Appendice della Relazione annuale del governatore della Banca d’Italia di quest’anno e ho riscoperto alcune cifre che meritano di essere commentate. Nel 2012 le amministrazioni pubbliche, centrale e locali, hanno incassato 753.449 milioni di euro e ne ha spesi 801.082, contraendo nuovi debiti per 47.633 milioni di euro. [...]