Archivio della categoria: Interventi

Sono tornato!

Cari Adam, da quasi un anno (50 settimane per l’esattezza) non aggiungo un post a questo blog. Forse anche per questa mia inadempienza, i vostri commenti si sono sempre più diradati fino a cessare del tutto. Alcuni dei frequentatori abituali del blog hanno da qualche tempo smesso di farsi leggere. Penso, per esempio, al Mdp (o Mdc), a Calgra, a Claudio Saragozza, a Piero Barabaschi e a molti altri, in passato quotidianamente presenti sul blog. La loro assenza m’impone di pervenire all’ovvia conclusione che si tratta della meritata punizione per la mia pigrizia. Non è solo questa, tuttavia, la causa della mia scarsa attività in questa sede. Ci sono anche altre, anche se forse meno rilevanti, ragioni.

La principale è stata lo scoramento determinato dalla costatazione della crisi dell’Italia, dell’Europa e dell’Occidente ma soprattutto dall’abbandono dei principi che mi avevano guidato nel corso dei miei ventitré anni di attività politica. Credevo e credo tuttora nel [...]

Due scenari possibili

La batosta è stata chiara, sonora, inequivocabile. I leader dei due maggiori partiti, il laburista e il conservatore, si erano impegnati nell’opposizione all’uscita del Regno Unito dalla UE e hanno perso. Il primo ministro, Cameron, non è soltanto uscito sconfitto ma anche ridicolizzato dal suo ondivago comportamento. Aveva minacciato l’uscita [...]

Europa, requiescat in pace

Fino al 1914 il termine “civiltà” non aveva plurale: esisteva “la” civiltà e altri modi di vivere, generalmente ritenuti incivili. “La” civiltà era europea, l’Europa era il simbolo della civiltà. Gli europei erano considerati gli unici esseri civili del pianeta. Questa visione eurocentrica del mondo era suffragata dal fatto che l’Europa [...]

Arrivo a Chicago

Forse, i miei amici del blog potranno essere interessati al racconto del mio benvenuto all’università di Chicago. Eccolo.

Dopo aver vinto la borsa di studio e aver fatto male il TOEFL (esame d’inglese come lingua straniera), mi preparai all’idea di partire. La fondazione che mi aveva dato la borsa, convinta che non parlando bene l’inglese [...]

Aiuto! In Italia è tornato il fascismo

Nella convinzione che, forse, qualcuno dei frequentatori di questo blog possa trovarne interessante la lettura, posto questo altro pezzetto delle mie “memorie”, che temo non finirò mai di scrivere.

L’11 giugno 1994 m’insediai alla Farnesina, succedendo a Leopoldo Elia, ministro degli Esteri per i quindici giorni precedenti. Ho raccontato [...]